Add to Flipboard Magazine.
Opposition supporters take part in a rally against Venezuela's President Nicolas Maduro's government in Caracas, Venezuela, October 26, 2016.  REUTERS/Carlos Garcia Rawlins      TPX IMAGES OF THE DAY

VENEZUELA, SANGUE SUL REFERENDUM. UN MORTO A CARACAS. 98 PER CENTO CONTRO MADURO

VOTANO IN 7.1 MILIONI

Sangue a Caracas e tensioni in diversi punti del Venezuela nella giornata del referendum informale organizzato dall’opposizione per respingere i progetti politici di Maduro: almeno una persona e’ morta nella capitale, ma dirigenti oppositori riferiscono di due vittime e 4 feriti gravi. Circa 7,1 milioni hanno votato.

Sono stati 7.186.170 i venezuelani che hanno partecipato alla consultazione popolare non ufficiale organizzata dagli oppositori al presidente, Nicolas Maduro, per pronunciarsi sul suo programma politico. E tra i votanti, il 98,4% si e’ espresso contro il suo piano di riscrivere la Costituzione. 

Ancora violenza in VENEZUELA. Almeno due persone sono state uccise domenica durante le operazioni di voto per il referendum non ufficiale indetto dall’opposizione per protestare contro il piano del presidente Nicolas Maduro di riscrivere la costituzione. Uomini armati hanno attaccato un seggio elettorale allestito nei pressi di una chiesa a Catia, cittadina a nord ovest di Caracas, secondo quanto denunciato dal portavoce dell’opposizione Carlos Ortiz. Altre quattro persone sono state ferite gravemente. I media locali riferiscono che durante l’attacco circa 500 persone hanno trovato riparo all’interno della chiesa, mentre a bordo di motociclette, il gruppo ‘colectivos’, le milizie paramilitari pro governative, sparava indiscriminatamente contro le persone in coda per votare. 

La maggior parte dei venezuelani che ieri hanno partecipato al cosiddetto referendum popolare ha votato contro la decisione del presidente Nicolas Maduro di istituire un’Assemblea costituente senza il sostegno della nazione. Secondo la cosiddetta commissione di garante, composta dai rettori delle principali universita’ delVenezuela, quasi 6,4 milioni di persone ovvero piu’ del 98 per cento degli elettori si sono espressi contro l’Assemblea costituente. In totale 7,2 milioni di persone hanno partecipato al referendum. 

Il presidente dell’Assemblea nazionale (il Parlamento) del Venezuela, l’oppositore Julio Borges, ha detto che il voto di quasi 7 milioni di venezuelani contro il progetto politico del governo rende di fatto “revocato” il presidente, Nicolas Maduro. “Con i voti espressi dal popolo venezuelano Nicolas Maduro e’ matematicamente revocato oggi stesso: era per questo che temeva il referendum, per questo che il governo non vuole piu’ fare elezioni”. La cosiddetta ‘Commissione dei garanti’ del referendum organizzato dall’opposizione ha reso noto che, quando sono stati scrutinati il 95% dei voti, almeno il 98% dei 7.186.170 venezuelani votanti si e’ espresso contro il progetto politico di Maduro. “Ancora aspettiamo la cifra definitiva, che arrivera’ domani, perche’ si possa dire che abbiamo la certezza di raggiungere il cambiamento democratico nel Paese”, ha aggiunto Borges. Nella consultazione si chiedeva ai venezuelani se rifiutano la nuova Costituzione che vuole l’esecutivo, se vogliono che le Forze armate obbediscano al Parlamento, che e’ controllato dall’opposizione, e se vogliono nuove elezioni e che si instauri un governo di transizione. Il risultato finale raggiunto dagli oppositori e’ tuttavia inferiore ai 7.585.579 voti accumulati da Maduro nel 2013 quando fu eletto capo dello Stato e riusci’ a battere l’oppositore, Henrique Capriles, per meno di due punti percentuali. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *